Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca San Paolo

Neanche cinque anni dopo si rassegna alla separazione: massacra di botte l'ex moglie

Davanti ai figli

È andato a casa dell'ex moglie, in borgo San Paolo, per picchiarla selvaggiamente ed è stato arrestato dagli agenti della squadra volante.

A finire in carcere, la sera di venerdì 8 febbraio 2019, è stato un macedone di 33 anni, accusato di violenza privata e lesioni aggravate, atti
persecutori, minacce aggravate e detenzione abusiva di armi.

Sebbene l’uomo non vivesse più in quella casa da cinque anni, continuava a comportarsi in modo opprimente nei confronti dell’ex coniuge al fine di non permetterle di rifarsi una vita. In diverse circostanze aveva perseguitato e malmenato la donna e in un'occasione l'aveva anche minacciata con una pistola.

Venerdì sera lui era andato a casa di lei ma quando ha scoperto che era stata cambiata la serratura della porta di casa ha preteso di avere copia della chiave. Al rifiuto dell'ex moglie sono partite le botte davanti ai figli.

Dopo aver trovato il mazzo di chiavi della donna, l'ex marito si è impossessato della chiave e si allontanato. Poco dopo, però, è stato fermato dagli agenti chiamati dalla vittima.

A casa dell’uomo è stata poi trovata una pistola, detenuta abusivamente e perfettamente funzionante, benché antica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neanche cinque anni dopo si rassegna alla separazione: massacra di botte l'ex moglie

TorinoToday è in caricamento