Colpito dal divieto di avvicinarsi a casa, torna e picchia la compagna al nono mese di gravidanza

L'uomo è stato arrestato

immagine di repertorio

Ha violato il divieto di avvicinarsi alla casa familiare, che gli era stato inflitto a giugno proprio a causa dei suoi comportamenti violenti, e si è presentato dalla sua convivente al nono mese di gravidanza, nel quartiere Borgo Vittoria, per picchiarla.

Per l'accaduto, nel pomeriggio di sabato 25 luglio 2020 un operaio albanese di 30 anni è stato bloccato e arrestato dai carabinieri, che sono intervenuti nell'appartamento in cui, oltre alla vittima, una romena di 24 anni, si trovava anche il figlio di due anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quando i militari sono arrivati lui era già uscito, ma è stato rintracciato in strada, nelle vie limitrofe all'abitazione, e poi portato in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Omicidio-suicidio: uccide la moglie che si stava separando da lui e poi se stesso

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Prodotti tipici, feste di via e festival: cosa fare a Torino sabato 26 e domenica 27 settembre

  • Suv impazzito travolge cinque pedoni davanti a un déhors: morta una donna

  • Blocchi auto per 37 comuni dal 1 ottobre 2020: varato il regolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento