Cronaca Centro

Murazzi, rinviato il nuovo piano, intanto si svuota piazza Vittorio

La votazione del testo è stata rinviata a lunedì prossimo ma intanto i commercianti della zona criticano le decisioni dell'amministrazione. L'assessore Curti: "Non ci sono dati certi sulle tendenze dei consumi"

Si parla ancora dei Murazzi, sempre più al centro dell'attenzione pubblica. Ieri doveva essere il grande giorno: nel pomeriggio si sarebbe dovuto votare in Consiglio comunale il piano integrato d'ambito con i due emendamenti, inseriti dalla Lega, che si sono concentrati sul tema sicurezza. Tutto pronto in teoria, ma quando l'opposizione ha chiesto se ci fosse il numero legale la risposta è stata negativa e tutto è stato rinviato a lunedì prossimo. Il ritardo nell'approvazione aumenta l'incertezza agli occhi di commercianti della zona e non mancano le proteste.

Il presidente dell'associazione commercianti Roberto Bertone aveva accusato l'amministrazione di mancanza di lungimiranza, constatando un dimezzamento della clientela. A queste parole l'assessore all'Urbanistica Ilda Curti risponde così: "Anche noi abbiamo rilevato meno movimento intorno a piazza Vittorio ma non ci sono dati precisi: questa tendenza può essere dovuta in parte alla crisi, alle difficoltà economiche delle singole attività". Quello che in sostanza i commercianti chiedono è che i locali riaprano, riportando una situazione più stabile; viceversa il rischio sarebbe quello di una perdita consistente di posti di lavoro dovuta alla chiusura delle attività.

Peraltro con il nuovo piano i locali saranno sottoposti a una regolamentazione precisa e non saranno tollerate morosità nei pagamenti. Punto, quest'ultimo, su cui ha insistito la Lega che ha anche richiesto al Comune di costituirsi parte civile contro i gestori. Soprattutto i dehors verranno limitati e regolati. L'amministrazione comunale è stretta fra le preoccupazioni delle due parti: da una parte proprietari dei locali e commercianti temono un situazione di stallo che deprime i consumi, dall'altro cittadini e  l'ente di prossimità sperano che i "Muri" non tornino ad essere gestiti come in  precedenza. La prossima settimana avremo qualche risposta in più e difficilmente mancheranno le polemiche, in ogni caso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Murazzi, rinviato il nuovo piano, intanto si svuota piazza Vittorio

TorinoToday è in caricamento