menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E' appena partito il piano anti-zanzare: attenzione al virus West Nile

Se trasmesso dalla zanzara all'uomo può portare disturbi seri al sistema nervoso. Finora non ci sono mai stati casi umani di malattia ma all'Istituto Zooprofilattico non si abbassa la guardia

Si avvicina l'estate e con essa il periodo più caldo dell'anno. E' appena partito infatti il piano anti-zanzare dell'Istituto Zooprofilattico di Torino e un'attenzione particolare è stata rivolta al virus West Nile che,  se trasmesso all'uomo, può portare disturbi seri al sistema nervoso.

Anche se nella nostra regione non sono mai stati segnalati casi umani di questa malattia, particolare attenzione deve essere posta dai presidi sanitari, al fine di identificarne precocemente i casi, attraverso il monitoraggio delle forme neuroinvasive e delle sospette febbri estive.

Dal 2011 sono state oltre 100 mila le zanzare catturate e sottoposte a indagini di laboratorio. Ed è nell'agosto 2014 che è stato scoperta la prima positività al virus West Nile, in alcune zanzare catturate nell'alessandrino. Fortunatamente però non sono mai stati segnalati casi umani di malattia.

Tuttavia è bene non abbassare la guardia, lo ribadisce Maria Caramelli, direttrice dell'Istituto Zooprofilattico: “Globalizzazione e cambiamenti climatici possono favorire l’ingresso nel nostro territorio di patologie e vettori esotici – ha spiegato –. La stagione caldo umida è alle porte e richiede di farsi trovare pronti per intervenire in caso di emergenza

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento