rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Regio Parco / Via Claudio Monteverdi

Trincerone e palazzone delle poste, il quartiere lancia una petizione

Il degrado

Hanno murato gli accessi, rendendo quasi inviolabili quei saloni che per anni hanno visto andare e venire numerosi clienti. Nonostante ciò le vecchie Poste di via Monteverdi mostrano dalla strada un lato tetro e spettrale: i vetri e le finestre rotti, i locali abbandonati e un silenzio quasi surreale.

La raccolta firme

Motivo che ha portato molte famiglie di via Cimarosa ad avviare una petizione. Già 500 sono le firme raccolte per chiedere all’amministrazione comunale di intervenire e di non abbandonare le periferie. Il palazzone abbandonato delle Poste, le occupazioni dei camminanti, il trincerone ridotto ai livelli di una giungla (al posto della linea due della metropolitana) sono i problemi segnalati nel Regio Parco.

Le richieste

La prima richiesta dei residenti porta all’abbattimento delle Poste. Altro mal di pancia arriva dalle occupazioni dei nomadi che spesso prendono possesso dei parcheggi, per giorni e giorni. Chiudono il cerchio le condizioni di via Sempione, sempre più discarica a cielo aperto. Con il sogno metropolitana sempre lontanissimo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trincerone e palazzone delle poste, il quartiere lancia una petizione

TorinoToday è in caricamento