Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Nizza Millefonti / Corso Unità d'Italia

"Non abbattete gli alberi di Palazzo Nervi", depositate oltre 2mila firme

L'operazione di abbattimento potrebbe avvenire per la costruzione di parcheggi nell'ambito del progetto che dovrebbe prevedere la conversione di Palazzo Nervi in un centro commerciale

No all'abbattimento degli alberi che circondano quel che resta del Palazzo del Lavoro di corso Unità d'Italia. Sono oltre 2000 le firme consegnate negli scorsi giorni all'Ufficio Relazioni con il Pubblico di Palazzo Civico per chiedere al Comune di scongiurare l'abbattimento degli alberi radicati attorno a Palazzo Nervi e all'interno del Parco Italia '61. 

"Auspichiamo che il Comune e i proponenti si adoperino per cercare una soluzione alternativa - affermano i firmatari della petizione - che consenta di conservare il verde in piena terra esistente". L'operazione di abbattimento, infatti, potrebbe rendersi necessaria al fine di ricavare nell'area i parcheggi previsti nell'ambito del progetto che dovrebbe convertire il Palazzo del Lavoro in un centro commerciale.

Nei prossimi mesi, infatti, il Palazzo del Lavoro dovrebbe finalmente avere un nuovo proprietario. Gli attuali avrebbero incaricato la società di consulenza Cushman & Wakefield di portare avanti la vendita e di individuare soggetti intenzionati a riconvertire la struttura. In lista ci sarebbero diversi investitori internazionali, pronti a dare una nuova vita alla costruzione ideata da Pier Luigi Nervi per l'Expo del 1961.

"Riteniamo che il verde in piena terra sia un bene prezioso e che non lo si possa sacrificare per far posto ai parcheggi dell'ennesimo centro commerciale - concludono i firmatari della petizione - che si aggiungerebbe alle diverse piastre commerciali già presenti nella zona".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non abbattete gli alberi di Palazzo Nervi", depositate oltre 2mila firme

TorinoToday è in caricamento