Cronaca Lingotto / Via Ventimiglia

In 1.323 per salvare l'impianto di volley, appello per rinegoziare il mutuo

Gestione impianto sportivo di via Ventimiglia

1300 firme per l'impianto di via Ventimiglia

L’Asd 2D Lingotto Volley si è presentata al Diritto di Tribuna per evitare la revoca della gestione dell’impianto sportivo di via Ventimiglia, quartiere Lingotto. A pesare è un debito di circa un milione e 600mila euro.

La raccolta firme

I principali firmatari (su un totale di 1.323) hanno spiegato come la società, dopo avere vinto un bando del Comune di Torino, si sia occupata della progettazione del centro e della sua realizzazione. Per finanziarne i lavori di costruzione è stato contratto un mutuo nel 2006 con l’Ics, garantito con una fidejussione della Città. Una serie di ritardi, non imputabili alla società, hanno portato allo slittamento dei lavori di oltre tre anni, provocando un forte aumento dell'importo complessivo e la perdita di alcuni importanti finanziamenti.

L'ultima carta

Rinegoziare il mutuo e abbassare il tasso di interesse è, ora, la richiesta della 2D Lingotto che non ha mai di pagare il canone di affitto annuale alla Città. Tuttavia con il passare del tempo la società, pur rimanendo proprietaria della struttura, si è trovata nella condizione di non riuscire più a estinguere le rate. Attraverso un aumento del canone di affitto e un azzeramento del contributo corrisposto per le utenze le prospettive potrebbero cambiare, in meglio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 1.323 per salvare l'impianto di volley, appello per rinegoziare il mutuo

TorinoToday è in caricamento