Perchè non trasferire il suk ai Giardini Reali? La proposta shock dei residenti

La petizione - che ha omai raggiunto le 300 firme - verrà depositata a Palazzo Civico entro qualche giorno. Bocciata la proposta di revoca del trasferimento in via Monteverdi

E se il suk venisse spostato ai Giardini Reali? Una provocazione, ma neanche troppo quella della Circoscrizione 6, scritta in calce su una petizione che ha raggiunto ormai le 300 firme e che verrà depositata a Palazzo Civico entro un paio di giorni. 

Ieri la Sala Rossa ha, infatti, bocciato con 21 voti contrari la proposta di revoca della delibera che prevede il trasferimento del mercato di libero scambio dall'ex scalo Vanchiglia in via Monteverdi. Un affronto per i residenti e per la Circoscrizione 6 che aveva addirittura votato un ordine del giorno affinchè Palazzo Civico rivedesse la delibera e scegliesse un altro luogo dove ubicare quello che in molti definiscono il "mercato dell'illegalità". 

E così, la stessa Circoscrizione avanza la proposta schok, proponendo come luogo adatto a ospitare il suk i Giardini Reali: "Hanno già accolto altri mercati etnici - incalza Fabrizio Genco, consigliere della Circoscrizione 6 e membro della Lista Civica Sicurezza Legalità Torino Nord -. Inoltre i Giardini Reali sono vicini a Porta Palazzo, luogo che è stato la culla di mercati analoghi al suk". Sì perchè di buttare "spazzatura" in Barriera - zona già critica a seguito della microcriminalità e del degrado dilagante - i residenti sono stanchi. "La cittadinanza è stata del tutto scavalcata dalla Giunta Fassino - continua Fabrizio Genco -. Qui ci sono scuole, industrie e lavoratori: la zona non è adatta a ospitare il suk. E' un mercato illegale, deve essere eliminato, non trasferito da una parte all'altra della città".

Entro qualche giorno la petizione che chiede il trasloco del suk ai Giardini Reali verrà presentata a Palazzo Civico. Provocazione o meno, i residenti della Circoscrizione 6 non sono disposti a mollare la presa e, agguerriti, si dicono pronti a manifestare contro la decisione di trasferire in via Monteverdi il "mercato dell'illegalità".

"La maggioranza ha bocciato la nostra proposta di revoca mettendo in chiara luce che preferisce tutelare i propri interessi anziché quelli dei cittadini e del territorio - ha affermato Fabrizio Ricca, capogruppo in Sala Rossa di Lega Nord -. Sabato manifesteremo in via Monteverdi, insieme alla Circoscrizione e alla cittadinanza. Noi siamo per i torinesi: è giunto il momento di cambiare e di mandare a casa una Giunta che pensa solo ai propri comodi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

Torna su
TorinoToday è in caricamento