menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bollo sull'auto ecologica, migliaia di no alla petizione dei grillini

La petizione realizzata dal Movimento 5 Stelle sarà presentata in aula in occasione della discussione del disegno di legge per la sua approvazione

Si conclude questo fine settimana la raccolta firme avviata dal Movimento 5 Stelle contro il bollo sulle auto ecologiche (Gpl, metano, elettriche) voluto da Chiamparino. Sono migliaia i cittadini piemontesi che hanno aderito alla petizione presso i banchetti allestiti dagli attivisti su tutto il territorio regionale dando il proprio parere negativo al disegno di legge che dovrebbe essere approvato entro fine anno. "Presenteremo tutte le firme in Consiglio regionale  - affermano dal Gruppo regionale M5S Piemonte - quando l’aula sarà chiamata a esprimersi sull’assurda proposta di legge targata Chiamparino".

Di fatto il disegno di legge prevede l'introduzione del bollo auto per le autovetture alimentate, sin dalla fabbrica, a metano, gpl e elettriche dopo cinque anni dall'immatricolazione. Chi non ha l'auto alimentata da carburante con più di cinque anni dovrà pagare il bollo da subito, altrimenti il bollo sarà pagato al raggiungimento del quinto anno. Le auto in questione, al momento, sono esentate per tutta la durata della loro vita dal pagamento del bollo (fatta eccezione per i veicoli con impianti a metano o a gpl inseriti dopo l'acquisto della vettura). Con il nuovo bollo la Giunta Chiamparino potrebbe recuperare 30 milioni di euro da circa 180mila vetture.

Il disegno di legge non è piaciuto ai grillini che da subito hanno dato il via alla petizione. "Alcuni consiglieri regionali di maggioranza, e recentemente anche l’assessore all’Ambiente, si sono smarcati dalla posizione dell’esecutivo regionale e meditano una frettolosa quanto provvidenziale marcia indietro - concludono dal Gruppo regionale M5S Piemonte -. Chiamparino è ormai sfiduciato dalla sua stessa maggioranza. Ne prenda atto e ritiri subito il disegno di legge".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento