menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Petizione per la bocciofila di via Guala: "Chiediamo una copertura per l'inverno"

Oltre trecento persone hanno firmato la petizione per chiedere che il Comune di Torino copra l'impianto "Le Belle Rose" per far sì che sia utilizzabile anche con il maltempo. La bocciofila conta una quarantina di soci, dai 70 agli 85 anni

Giocare a bocce, in Circoscrizione IX, sia con la pioggia che con il sole. È questo che chiedono i 307 firmatari della petizione presentata in Comune.

La bocciofila "Le Belle Rose" di via Guala necessita infatti di una copertura per poter permettere all'utenza di usufruirne in ogni stagione. "Se il comune ci venisse incontro e realizzasse una struttura coperta sul campo da bocce - spiega Teresio Merlo, presidente e firmatario della petizione -, potremmo utilizzare l'impianto sempre, indipendentemente dalle condizioni meteo".

La Bocciofila "Le Belle Rose" conta una quarantina di soci, tutti di età compresa fra i 70 e gli 85 anni. "In inverno, quando piove o nevica - conferma Lorenzo Grosso, un altro firmatario - dobbiamo recarci, anche in piena notte, alla bocciofila di Testona, a Moncalieri. Se avessimo un impianto coperto, risparmieremmo qualche disagio, vista la nostra età, e sicuramente aumenteremmo gli iscritti, riuscendo a coprire qualche spesa in più. Chi gioca alla Bocciofila Vianney, lo ha già confermato, verrebbe ad allenarsi da noi".

La Bocciofila "Le Belle Rose" peraltro sorge nell'area coinvolta nel progetto di prossima trasformazione urbanistica. "Trattandosi di una struttura situata nella zona sulla quale l'intervento economico sarà importante - suggerisce Silvio Magliano, Vicepresidente del Consiglio Comunale -, una piccola parte di questa cifra potrebbe essere utilizzata per realizzare la copertura del campo da bocce".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento