Cronaca Aurora / Corso Giulio Cesare, 23

Selvaggia aggressione fuori da un negozio: malmenati il titolare e due conoscenti

Prima una lite su una bicicletta che i visitatori pretendevano. Poi la richiesta di bottiglie di birra. Al rifiuto, le botte

Il negozio di alimentari di corso Giulio Cesare 23 teatro dell'aggressione

Un commerciante bengalese di 39 anni è stato aggredito e picchiato, insieme a due connazionali, nella notte di oggi, sabato 15 luglio 2017, da alcuni magrebini che si sono dati alla fuga. Alcuni di questi ultimi sono poi stati fermati dalla polizia.

"QUELLA BICI E' MIA"

L'episodio è avvenuto al Taqwa Minimarket di corso Giulio Cesare 23. Davanti al locale, poco prima di mezzanotte, un gruppo di avventori magrebini ha preteso da un bengalese la consegna di una bicicletta "perché non è di sua proprietà, ma mia", ha sostenuto uno di loro, mentre quest'ultimo diceva di averla acquistata regolarmente. La vittima si è rivolta al negoziante, suo conoscente, in quanto non capiva bene la lingua. Il commerciante ha detto ai tre avventori che non avrebbe dato loro la bicicletta senza che avessero presentato una ricevuta d'acquisto e questi ultimi hanno preteso, allora, che desse loro 20 euro o la somma equivalente in bottiglie di birra. Al suo rifiuto è scattato il pestaggio, con il lancio anche di alcune bottiglie di birra che i malviventi avevano preso dai bidoni dell'immondizia.

AL PRONTO SOCCORSO

Ad avere la peggio è stato proprio il commerciante, che si è recato al pronto soccorso dell'ospedale Giovanni Bosco, dove gli sono state riscontrate ferite a torace, gomito e a un'arcata sopracciliare, per una prognosi di dieci giorni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Selvaggia aggressione fuori da un negozio: malmenati il titolare e due conoscenti

TorinoToday è in caricamento