Continua a perseguitare la ex nonostante l'ordine del giudice: arrestato a Rivarolo Canavese

Non si è mai rassegnato

immagine di repertorio

Lo scorso 20 dicembre 2019 era stato denunciato per atti persecutori nei confronti dell'ex fidanzata, a Rivarolo Canavese. In seguito gli era stato notificato anche un ordine di non avvicinamento alla vittima. Ma il molestatore, un 24enne italiano, che non si è mai rassegnato alla fine della storia, non ne ha voluto sapere e ha continuato a importunarla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questa ragione il giudice che sta seguendo l'inchiesta nei suoi confronti ha disposto un aggravamento della misura cautelare nei suoi confronti e domenica 11 ottobre i carabinieri della stazione cittadina si sono recati a casa sua per arrestarlo e portarlo nel carcere di Ivrea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Guerriglia in centro a Torino. Vetrine sfasciate, lanci di bottiglie e bombe carta. Gli agenti rispondono con cariche

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di lunedì 26 ottobre 2020. Boom di ricoveri, ma indice contagio scende

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Domani sera a Torino due manifestazioni contro le limitazioni sul coronavirus

  • Bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti nel weekend. "Rischio di stop definitivo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento