menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli scontri della sera del 22 febbraio

Gli scontri della sera del 22 febbraio

Scontri tra antagonisti e forze dell'ordine: in corso perquisizioni e tre arresti

Per il corteo contro Casapound

Perquisizioni e tre arresti nella mattinata di oggi, lunedì 19 marzo 2018, da parte della Digos nel mondo antagonista cittadino.

A renderlo noto sono gli attivisti del centro sociale Askatasuna e del sito infoaut.org, che comunicano che i provvedimenti riguardano gli scontri avvenuti la sera dello scorso 22 febbraio 2018, quando in centro città si tenne la manifestazione contro il comizio del leader di Casapound Simone Di Stefano, con tre agenti del Reparto Mobile rimasti feriti, uno dei quali colpito alla coscia con una scheggia di legno di 4 centimetri a seguito dello scoppio di una bomba carta alterata. 

A essere coinvolti dalle misure in corso sono sette antagonisti: gli altri quattro sono indagati con obblighi e divieti vari.

"Questa la risposta del neo-questore di Torino contro chi quel mercoledì sera ha voluto ribadire la propria rabbia contro i fascisti del nuovo millennio", attaccano gli attivisti di Infoaut.

I provvedimenti cautelari sono stai eseguiti nei confronti di un 18enne, attualmente in carcere, di un 23enne di origini brasiliane che si trova ai domiciliari, e di una 22enne, quest'ultima con obbligo di firma, già nota alle forze dell'ordine per reati commessi in occasione di manifestazioni di piazza, anche in Val Susa.

Nell’abitazione del 18enne, i poliziotti hanno trovato una settantina di petardi di diverse dimensioni, mentre nella casa della donna sono stati trovati 800 adesivi con la scritta "Qui abita un@ antifascista”, tutti prontamente sequestrati. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento