Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Perquisizione a Condove, Digos a casa del leader No Tav Perino

La vicenda è quella relativa alla pubblicazione, su alcuni siti internet riconducibili al movimento No Tav e all'area antagonista, delle targhe di alcuni mezzi pesanti in transito sull'autostrada del Frejus

Questa mattina la Digos del capoluogo piemontese si è presentata nell'abitazione valsusina del leader del movimento No Tav, Alberto Perino, per effettuare una perquisizione. Questa è stata disposta dalla Procura di Torino nell'ambito di una inchiesta per istigazione a delinquere, reato per il quale Perino risulta indagato.

La vicenda attorno a cui ruota tutto è la pubblicazione, su alcuni siti internet riconducibili al movimento No Tav e all'area antagonista, delle targhe di alcuni mezzi pesanti in transito sull'autostrada del Frejus. Benché diretti altrove, i mezzi erano 'accusati' di trasportare alcune componenti della talpa che sta per entrare in funzione nel cantiere dell'alta velocità di Chiomonte.

La perquisizione odierna non è la prima per Perino. Già in passato la Digos aveva fatto irruzione a casa sua a Condove. Nel 2011 la prima volta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perquisizione a Condove, Digos a casa del leader No Tav Perino

TorinoToday è in caricamento