menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

No Tav, Alberto Perino a processo per vilipendio alle forze armate

Il leader storico a processo per un'affermazione a lui attribuita, secondo la quale in valle Susa in questi anni ci sarebbero state "truppe di occupazione nazifasciste"

Il leader storico del movimento No Tav, Alberto Perino, è di nuovo sotto processo, questa volta per vilipendio alle forze armate. Si tratta di un processo che prende il via da un'affermazione a lui attribuita su un quotidiano, secondo la quale egli avrebbe detto che in Valle c'erano delle "truppe di occupazione nazifascita", in riferimento a fatti del 2011.

Perino ha affermato di non aver mai detto quella frase, rispondendo alle domande della pm Manuela Pedrotta. Perino ha poi aggiunto che avrebbe riferito quello che era il pensiero degli anziani, cioè che nemmeno ai tempi dell'occupazione nazifascista si erano visti dei controlli come quelli.

In aula hanno però anche testimoniato persone che hanno terreni o vigneti entro la zona del perimetro sorvegliato: il responsabile di una cooperativa, ad esempio, ha raccontato che ogni volta, per poter entrare, veniva perquisito e gli venivano chiesti i documenti. Per questo, Perino ha rilanciato dicendo che si tratta di un "sopruso" negare l'accesso a tante persone che possiedono terreni. Anche lui, che figura tra i proprietari di piccoli lotti, non avrebbe avuto il permesso di accedere.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento