Cronaca Aurora / Lungo Dora Savona

Aggressione sul lungo Dora, 79enne picchiato con un bastone

L'anziano è finito all'ospedale San Giovanni Bosco a seguito delle botte subite. Il romeno, invece, è stato fermato dalla polizia. Ma nel quartiere torna la paura

Malmenato con un bastone, aggredito per aver chiesto ad un cittadino romeno di non gettare per terra un cartoccio. Brutta avventura per un pensionato di 79 anni, finito al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Bosco a seguito delle percosse subite sulle sponde della Dora, all’altezza del ponte di via Bologna. La vittima, che è rimasta una notte in ospedale per accertamenti, ha rischiato di morire sotto i colpi del balordo, poi rintracciato e catturato dalla polizia.

Una violenza che ha gettato nello sconforto tutti gli anziani che passano le giornate a chiacchierare sulle panchine del lungo Dora Savona. Stando al racconto di alcuni passanti il 79enne, per altro residente in zona, avrebbe invitato un romeno a non abbandonare i rifiuti per terra. Da qui la reazione folle. Prima gli insulti e poi le botte. “Prima lo ha preso a pugni, poi ha cercato di finirlo con un bastone trovato per caso vicino alla passerella del Carbone” questa la versione lasciata da chi ha assistito alla scena.

Il folle ha poi lasciato l’uomo tramortito al suolo prima di allontanarsi come se nulla fosse in direzione di una delle panchine del lungo Dora Firenze. Grazie alle testimonianze, però, le forze dell’ordine hanno individuato e fermato l’uomo. Ma la violenza, gratuita e ingiustificata, ha avuto l’effetto di far sparire i pensionati dalle panchine. In pochi, infatti, sono tornati a presidiare quelle sponde. Una vergogna secondo il comitato spontaneo “Sponde Dora e vie limitrofe”, pronto a denunciare il fattaccio al comitato sicurezza.

“Sono anni che combatto insieme ai cittadini – spiega il presidente Carmine Batilde -. Ma la scena a cui ho assistito mi ha davvero spaventato. Un uomo è stato quasi ammazzato per futili motivi e ora in tanti hanno paura di tornare a frequentare il lungo Dora”. Come tutti sanno, del resto, le panchine sono spesso occupate dagli ubriaconi e dai clochard. E per un pensionato non è facile trovarne una libera dove riposarsi. “Tutti ci teniamo a sollevare i problemi ma nessuno ha voglia di finire in ospedale” conclude Batilde.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione sul lungo Dora, 79enne picchiato con un bastone

TorinoToday è in caricamento