rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Immagini pedopornografiche con neonati: dopo il parroco altri due arresti, uno è torinese

Indagate e perquisite altre 26 persone in tutta Italia

Un 37enne tecnico informatico torinese è stato arrestato dalla polizia postale di Torino nell'inchiesta sulla pedopornografia che ha già portato ai domiciliari il parroco beneventano don Nicola Di Blasio lo scorso 3 novembre 2021. Arrestato anche uno studente residente a Bari, minorenne all'epoca dei fatti, che sarebbe stato l'ideatore del canale su cui venivano diffuse le immagini ritraenti bambini oggetto di violenze orribili. Sono stati eseguiti anche 26 decreti di perquisizione nei confronti di altrettanti indagati (in Piemonte, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto), ritenuti responsabili di detenzione e diffusione di materiale realizzato mediante sfruttamento di minorenni.

"Particolarmente interessante - si legge in una nota della polizia postale - si è rivelata la presenza di un ambiente chiuso, pubblicizzato dal proprio promotore, in cui veniva divulgato materiale pedopornografico previo pagamento di una somma di denaro che abilitava all’iscrizione al canale, anch’esso oggetto di accertamenti nel corso dell’indagine. Il materiale illegale sequestrato, altamente diversificato per categorie, conteneva anche contenuti raccapriccianti, ritraenti vere e proprie violenze sessuali in danno soprattutto di neonati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immagini pedopornografiche con neonati: dopo il parroco altri due arresti, uno è torinese

TorinoToday è in caricamento