Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Cenisia / Via Frejus

No alla pedonalizzazione di via Frejus: i commercianti e la Lega Nord sulle barricate

Il consigliere Miletto: "Pedonalizzare la via commerciale non ha senso". I negozianti stanno già raccogliendo le firme per evitare che il progetto decolli e si chiuda un tratto di grande importanza commerciale

TORINO - Le pedonalizzazioni sono un argomento che fa discutere, da sempre. Contro la proposta di chiudere al traffico via Frejus, cuore commerciale di borgata Cenisia, questa volta scendono in campo i commercianti, che stanno già raccogliendo le firme per impedire che il progetto decolli.

La zona, del resto, è di grande importanza commerciale e di notevole traffico veicolare. Il progetto, che coinvolgerebbe il tratto tra la rotonda di corso Racconigi e corso Trapani, non trova evidentemente molto consenso da parte dei negozianti. E nemmeno dei politici: “Considerato che già abbiamo una zona pedonale che avrebbe bisogno di riqualificazione (via Dante Di Nanni) e andare a creare una nuova zona per i pedoni (Via Frejus) sarebbe un ulteriore danno al commercio della zona – commenta il consigliere Bernardo Miletto, capogruppo della Lega Nord alla Tre, che ha già presentato un’interpellanza per sapere se la Circoscrizione è a conoscenza dell’iniziativa –. Faccio notare che si stanno raccogliendo firme da parte dei commercianti e residenti contrari al progetto e noi della Lega Nord faremo di tutto perchè questo non venga realizzato, infatti abbiamo già iniziato con una interpellanza per capire come stanno le cose e poi attivarci in merito”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No alla pedonalizzazione di via Frejus: i commercianti e la Lega Nord sulle barricate

TorinoToday è in caricamento