Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Crocetta / Corso Alcide de Gasperi

Tutti contro la pedonalizzazione: petizione per corso De Gasperi

L'associazione commercianti ha bocciato in toto il progetto di chiusura della via alle auto. "Rischiamo di abbassare tutti la serranda" ha dichiarato il presidente Brianti

La battaglia contro il progetto pedonalizzazioni non si ferma più. Questa mattina i commercianti e i residenti del quartiere Crocetta hanno partecipato in Comune di Torino al diritto di tribuna contro la pedonalizzazione di corso De Gasperi e delle vie limitrofe. Addirittura 3191 le firme raccolte nella corposa maxi petizione di protesta voluta dai negozianti. Un segnale chiaro e forte agli occhi dell’amministrazione.

Secondo i promotori dell’iniziativa l’eventuale chiusura al traffico di corso De Gasperi non farebbe che aumentare le difficoltà dei negozi che vi si affacciano. Corso De Gasperi, infatti, è diventato un centro commerciale naturale nel corso degli ultimi anni.

“A Torino hanno abbassato le saracinesche 306 negozi a fronte di sole 139 nuove aperture – spiega Furio Brianti, presidente dell’associazione commercianti 'Crocetta Shopping' -. Un saldo molto negativo che potrebbe peggiorare se la Città decidesse di portare avanti il suo folle piano”.

Una eventuale pedonalizzazione porterebbe ad una diminuzione in zona di circa 700-800 posti auto. E di conseguenza ad un collasso del traffico nelle vie adiacenti. Per non parlare dell’aumento dello smog, del rumore e delle polvere sottili. “Non sono ancora state prese posizioni in merito – ha chiosato il presidente della circoscrizione Uno Massimo Guerrini -. Non c’è una posizione unica da parte del Comune. Al contrario c’è la voglia di capire cosa potrebbe funzionare con questo progetto e cosa no”.

Contraria all’iniziativa è la consigliera comunale di Fratelli d’Italia Paola Ambrogio che ha partecipato alla sperimentazione del 18 e del 19 maggio. Una sperimentazione scadente secondo i commercianti che segnalano, nelle vicinanze, la presenza di un’altra area pedonale. Quella del giardino del Fante. “Ho partecipato alla due giorni senza auto in corso De Gasperi – commenta Ambrogio -. Posso dire tranquillamente che è stato un flop. Le auto hanno continuato a parcheggiare e di persone in giro ne abbiamo viste davvero poche”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti contro la pedonalizzazione: petizione per corso De Gasperi

TorinoToday è in caricamento