"Pedonalizzare via Frejus è pura follia" e i commercianti si ribellano

Il quartiere è pronto a raccogliere ben mille firme pur di difendere l'amato corso. Con i commercianti anche la circoscrizione Tre "Prima pensiamo a via Di Nanni"

No alla pedonalizzazione. I residenti e i commercianti sembrano avere le idee chiare su quello che sarà il futuro dell’area di via Frejus. Una delegazione di cittadini ha deciso di dare il via ad una maxi petizione – obiettivo dichiarato le mille firme – per opporsi alla realizzazione di un’area pedonale nel quartiere. Per firmare la petizione e lasciare un commento ai promotori dell'iniziativa è sufficiente recarsi presso uno degli esercizi commerciali della via. E diverse sono al momento le motivazioni che hanno portato il quartiere San Paolo ad insorgere contro la possibile pedonalizzazione.

Il taglio alle auto e ai mezzi Gtt e la presenza di un’area mercatale nel vicino corso Racconigi, tanto per cominciare, potrebbero portare la viabilità della zona al collasso. "Già così è difficile trovare un parcheggio, facile immaginare cosa succederebbe con i lavori ultimati", dichiara senza troppi giri di parole una signora residente in via Bussoleno. Secondo gli autori della protesta il divieto di accesso ai mezzi porterebbero danni in serie alle attività, già messe a dura prova da mesi e mesi dalla crisi finanziaria e dalla nascita di nuovi centri commerciali.

“Siamo totalmente contrari a questa presa di posizione del Comune di Torino - dichiara Sabrina, una commerciante del borgo -. E’ pura follia pensare di pedonalizzare via Frejus. Un progetto del genere non ci lascerebbe alcuna via di scampo, la Città deve ripensarci o bloccheremo noi la strada con i nostri corpi per protesta”. Paure che accompagnano anche i commercianti di alti quartieri, di altre circoscrizioni. Come via Chiesa della Saluta, a borgo Vittoria, e corso De Gasperi, zona Crocetta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Forti anche le perplessità che arrivano dal vicino centro civico di corso Peschiera 193. “In questo momento le nostre priorità sono altre – rincara la dose il presidente della circoscrizione Tre Daniele Valle -. Per esempio riteniamo più urgente risolvere i numerosi problemi di via Di Nanni prima di ragionare su nuove pedonalizzazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Lavazza, offerte di lavoro a Torino e in provincia: le posizioni aperte

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

  • Incidente in strada a Torino: tram investe pedone e lo uccide

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento