rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Rapinatori uccisi dal gioielliere di Grinzane Cavour, il loro complice patteggia quattro anni e dieci mesi

I parenti dei criminali morti si sono costituiti parte civile contro il commerciante, accusato di duplice omicidio

Alessandro Modica, il solo rapinatore sopravvissuto alla reazione del gioielliere di Gallo d'Alba di Grinzane Cavour (Cuneo) la sera del 28 aprile 2021, quando furono uccisi due suoi complici, ha patteggiato una pena di quattro anni e dieci mesi di reclusione nell'udienza preliminare tenutasi oggi, martedì 21 dicembre 2021, davanti al giudice Francesca Di Naro del tribunale di Asti. Il 35enne di Alba, che fu ferito a una gamba dai colpi di pistola, è tuttora detenuto nel carcere di Cuneo dopo essersi costituito qualche giorno dopo l'accaduto. Il patteggiamento per rapina aggravata è stato accettato sia dal pm Davide Greco, che conduce l'accusa nel processo, che dallo stesso giudice.

Per quanto riguarda Mario Roggero, il gioielliere di 67 anni accusato di duplice omicidio volontario, tentato omicidio e porto illegale di arma comune da sparo, la sua posizione verrà definita nel proseguimento dell'udienza, fissato per il prossimo marzo. Oggi lui, difeso dagli avvocati Stefano Campanello e Aldo Mirate, si è costituito parte civile contro Modica mentre contro di lui si sono costituiti parte civile i familiari dei due rapinatori uccisi, Giuseppe Mazzarino, 58enne di Torino, e Andrea Spinelli, 44enne di Bra. I primi sono rappresentati dall'avvocato Marino Careglio, i secondi dagli avvocato Angelo Panza e Giuseppe Caruso. In una recente intervista al programma radiofonico La Zanzara Roggero ha detto di non essere pentito di avere ucciso i due criminali fuori dalla gioielleria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinatori uccisi dal gioielliere di Grinzane Cavour, il loro complice patteggia quattro anni e dieci mesi

TorinoToday è in caricamento