Cronaca Aurora / Lungo Dora Firenze

La passerella sulla Dora diventa casa per i senza tetto

I senzatetto sono tornati a dormire tra il Ponte Mosca e il ponte Carpanini. Un problema segnalato dai residenti del quartiere

Coperte, sacchi a pelo e tanti vestiti. Sul lungo Dora Firenze e Agrigento i disperati sono tornati padroni di quella passerella posizionata a metà tra il cavalcavia dedicato a Carpanini e il ponte Mosca. Proprio a due passi da piazza Borgo Dora – dove da mesi è in atto la riqualificazione della caserma Cavalli - è possibile scorgere due uomini che la sorte ha gettato in mezzo ad una strada. Basta gettare un’occhiata furtiva tra le degradate sponde per vedere alcuni materassi gettati in mezzo alle erbacce e una serie di scatolette di cibo e bottiglie di birra vuote e abbandonate.

I clochard sono proprio lì sotto, rintanati all’ombra lontano da occhi indiscreti. Sdraiati per terra o, in alcuni, sui giacigli di fortuna. Raggiungerli non è certo difficile. Basta scavalcare l’inferriata che divide la passerella dal parcheggio di piazza Borgo Dora. E oltre ai disperati il quartiere deve fare i conti con il solito manipolo di tossici che di tanto in tanto scende vicino al fiume per iniettarsi la dose quotidiana. “Non si dovrebbe far finta di nulla – chiosa un residente del borgo -. Se le istituzioni non interverranno il lungo Dora diventerà metà di pellegrinaggio di sbandati e senzatetto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La passerella sulla Dora diventa casa per i senza tetto

TorinoToday è in caricamento