rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

"Sotto sequestro" per due ore sul treno rotto: passeggeri stremati scendono sui binari

È successo nella serata di domenica sull'Interregionale 2028 Milano-Torino

Un treno rotto, fermo in mezzo al nulla da oltre due ore. L'aria condizionata che va a singhiozzo e le carrozze che in una calda domenica di metà giugno diventano bollenti. Poi i passeggeri decidono di aprire le porte e scendere sui binari. Pomeriggio da incubo quello di domenica 17 giugno sul treno 2028, Interregionale delle 18.18, diretto a Torino Porta Nuova e partito dalla stazione di Milano Centrale.

Il convoglio era partito con qualche minuto di ritardo, si era fermato alle 18.35 dalla stazione di Rho e quando è ripartito in direzione Magenta ha cominciato a manifestare qualche alcuni problemi poi si è fermato nel tratto tra Rho e Magenta. Così per oltre 120 minuti, fino a quando non è arrivato un locomotore che ha trainato il convoglio di nuovo nella stazione di Rho.

"Siamo in ostaggio. Da due ore fermi tra Rho e Magenta con aria condizionata attacca e stacca", ha scritto Valeria sul gruppo Facebook Pendolari Linea S6 Mi-No. E ancora: "Mai vista una scena simile in tanti anni che sono pendolare!".

Il precedente

Un fatto simile era accaduto nella mattinata di mercoledì 9 maggio al treno 10621 partito da Novara e diretto a Milano. Il convoglio era rimasto fermo sui binari tra le stazioni di Pregnana e Rho per oltre 90 minuti. Anche in quel caso i passeggeri esasperati dal caldo erano scesi sui binari. Dieci di loro erano stati identificati e segnalati all'autorità giudiziaria che nelle prossime settimane deciderà se procedere contro di loro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sotto sequestro" per due ore sul treno rotto: passeggeri stremati scendono sui binari

TorinoToday è in caricamento