Parrucchiere 28enne trovato impiccato nell’auto, si indaga per omicidio

Il corpo esanime del giovane è stato rinvenuto in un campo di Mezzenile. Nel suo cellulare, i carabinieri hanno trovato un video di addio

I carabinieri lo hanno trovato impiccato dentro l’auto, con la testa fissata al volante e il corpo all’esterno dell’abitacolo. Al suo fianco c’era il cellulare, con un drammatico video di addio. Un suicidio, all’apparenza, ma i metodi usati per compiere il gesto non hanno convinto la Procura di Ivrea, che ora sta indagando per omicidio.

La vittima è un parrucchiere 28enne di Collegno, il cui corpo esanime è stato rinvenuto in un campo di Mezzenile, nelle valli di Lanzo. Prima del suo ritrovamento, a denunciarne la scomparsa era stata la fidanzata, presentatasi in caserma dopo non averlo visto rientrare nella casa di Collegno in cui vivevano insieme. 

Il giovane aveva affittato una Lancia Ypsilon con a bordo un antifurto satellitare. I carabinieri hanno quindi seguito il segnale del gps e sono arrivati nel campo incriminato, dove hanno fatto la macabra scoperta. Sul cruscotto dell’auto, un biglietto che invitava a guardare il video sul cellulare. Acceso il telefonino, i militari hanno trovato un filmato nel quale il parrucchiere chiedeva perdono a tutti per il gesto che stava per compiere. 

Una ricostruzione che ha lasciato alquanto perplessi gli investigatori, soprattutto per il metodo che il giovane avrebbe scelto per mettere in atto il suo gesto. Il pm di Ivrea Chiara Molinari ha quindi aperto un fascicolo per omicidio e ha disposto l’autopsia del corpo, oltre a una perizia per chiarire se la posizione del cadavere fosse compatibile con quella di un gesto autonomo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Qualche tempo fa, il parrucchiere si era licenziato dal salone in cui lavorava e aveva deciso di mettersi in proprio, ma le cose non stavano andando bene e si era trovato in difficili condizioni economiche, tanto da avere difficoltà a pagare l’affitto di casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Bimba di sette anni morsa da una vipera mentre passeggia con i genitori: è grave

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Mascherine obbligatorie questo fine settimana anche all'aperto, ma solo nei centri abitati

  • Allarme in casa: bambino di 10 anni gravemente ustionato mentre fa un esperimento per la scuola

Torna su
TorinoToday è in caricamento