Cronaca Falchera

Parco agricolo Laghetti di Falchera: il Comune acquisisce le aree

La messa a disposizione delle aree da parte delle società private è stata approvata oggi. Una volta terminato, il parco coprirà 428mila metri quadri di territorio

Il nuovo parco agricolo dei laghetti di Falchera sarà presto realtà Il passo necessario per la sua creazione è stato compiuto dalla Giunta Comunale, su proposta degli assessori Stefano Lo Russo, Enzo Lavolta e Ilda Curti: le società Borsetto srl e Ativa spa hanno messo a disposizione le aree sulle quali sorgerà il nuovo spazio verde; si tratta di un atto necessario per sbloccare i finanziamenti del ministero delle Infrastrutture e far partire i lavori. La trattativa era partita il 13 aprile 2006, grazie ad un protocollo tra città di Torino, Provincia di Torino, Regione Piemonte, e i comuni limitrofi di Settimo e Borgaro. L'accordo con i privati ora prevede la cessione gratuita dei terreni e la realizzazione delle opere di bonifica coerenti con i contenuti del parco, che saranno a carico delle stesse società.

“L’atto approvato oggi – afferma l’assessore all’Urbanistica Stefano Lo Russo - mette a punto le modalità di acquisizione gratuita delle aree dagli attuali proprietari Borsetto srl e, in misura minore, da Ativa spa e conclude una trattativa intrapresa da anni, per giungere a questo importante risultato”.

Il parco dei Laghetti di Falchera, che copre 428mila metri quadri, approvato in via definitiva solo nello scorso dicembre, è inserito in un piano triennale di opere pubbliche (2013-2015): si tratta di una zona ad alto interesse naturalistico, luogo di nidificazione di numerosi uccelli, e dove si trovano molti anfibi e rettili. Il progetto vuole valorizzare queste potenzialità per riequilibrare il paesaggio tra natura e città attraverso un’opera di risanamento: saranno rimodellati gli invasi, piantumato nuovo verde e realizzate aree attrezzate con piste cliclabili e zone per la sosta. Una buona parte del territorio sarà poi destinata ad uso agricolo, disciplinato tramite convenzioni che offrano una ricaduta positiva a livello locale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco agricolo Laghetti di Falchera: il Comune acquisisce le aree

TorinoToday è in caricamento