Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca San Donato / Via Nole

Parco Dora: arriva l'impianto di illuminazione, ma i vandali restano

Un lungo dossier con tanto di foto e richieste. Il comitato del parco Dora si prepara all'arrivo dell'estate segnalando con una lettera tutto ciò che non funziona

Iniziative e manifestazioni non hanno ancora cacciato i vandali dal parco Dora. Nonostante il nuovo impianto d'illuminazione camminando a piedi tra via Mortara e via Borgaro si possono continuare a vedere tutti i problemi del polmone verde voluto dalla Città di Torino. A cominciare dai soliti ascensori che presentano cartelli con la scritta “fuori servizio”. Due parole che sono l’emblema di quello che è ad oggi il parco che continua ad essere meta di ladri e di vandali.

A parlare per tutti sono i dossier raccolti negli anni dai comitati spontanei di zona. Dossier che presentano molte criticità. A cominciare dagli ascensori. All'Assessore all'Ambiente e al Verde Pubblico i residenti hanno anche fatto pervenire una mail con una lunga serie di segnalazioni.

“In relazione alla prossima stagione estiva suggeriamo di effettuare un trattamento anti-zanzare delle vasche d'acqua dei lotti Vitali, Valdocco e Ingest del Parco Dora - si legge nella lettera -. Oltre a riaprire tutte le fontanelle di acqua potabile del Parco, anche in considerazione della lontananza da esso di luoghi di ristoro”.

Tra le altre segnalazioni ecco la collocazione di alberi ad alto fusto e fontanelle, indispensabili per abbeverarsi. Oltre ad aree attrezzate per cani e luoghi d'ombra dove riposare durante i periodi estivi. 

Ma veniamo agli atti vandalici. Si comincia con i pali divelti dal terreno e si continua con un alto numero di giochi danneggiati. In mezzo le scritte sui muri, i pannelli sradicati e quell’area Vitali dove il campo da pallacanestro e quello da calcetto vengono resi inutilizzabili un giorno sì e un giorno no.

Tra corso Potenza e corso Mortara, inoltre, bisogna anche fare la conta dei furti. Un esempio è via Nole, completamente depredata di tutti i cavi d’acciaio. Un problema che ne ha subito generato un altro. Il muretto, infatti, ha ceduto in più punti mentre le torrette sono cadute sul marciapiede e nell’area verde. Critiche per la segnaletica. “All’appello mancano molti cartelli e cestini” lamenta un residente

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco Dora: arriva l'impianto di illuminazione, ma i vandali restano

TorinoToday è in caricamento