menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sosta sulle strisce a causa del parcheggio giallo occupato, multato disabile

La storia di Marco, padre di un bambino disabile che s'è visto recapitare una multa per aver parcheggiato sulle strisce quando il posteggio per disabile era occupato da un'auto priva di permesso

Il parcheggio per disabili era occupato da un non-disabile e l'unica soluzione è stata posteggiare l'auto sul passaggio pedonale. Peccato che, dopo pochi attimi, sia arrivata immancabile la multa dei Gtt.

E' la storia di Marco, raccontata a La Stampa.it, padre di Lorenzo, un bambino disabile di 6 anni affetto da una paralisi celebrale infantile che mette a dura prova le sue capacità motorie, tanto da richiedere il supporto di un deambulatore.

Ho portato Lorenzo come ogni settimana dalla sua psicologa all'inizio di corso Francia. Il posto riservato ai disabili era occupato da un non-disabile ed ho lasciato la macchina sul passaggio pedonale.

Scaricato il deambulatore, Marco si è recato con Lorenzo al panificio vicino per prendere un dolce; peccato che, poco prima, un ragazzo l'abbia avvisato che un operatore Gtt stava tranquillamente cominciando a scrivere il verbale per la multa. Inutili le giustificazioni espresse da Marco sul fatto che il posteggio per disabili fosse effettivamente occupato.

La risposta dell’agente della Gtt è stata che nessuno lo aveva avvisato che si trattasse di un bambino disabile che stava attraversando la strada, e ormai aveva cominciato a scrivere la multa.

Malgrado i passanti avessero cercato di convincere il personale della Gtt a desistere dal fare la multa, Marco, quando è tornato dall'appuntamento con la psicologa ha trovato la multa di 80 euro sul parabrezza, mentre l'auto posteggiata nel parcheggio per disabili ne era, paradossalmente, sprovvista.

Immediata la risposta da parte di Walter Ceresa, amministratore delegato di Gtt: "Io avrei strappato quel verbale, ma non posso obbligare un mio operatore a fare lo stesso". Essendo pubblici ufficiali, infatti, nel momento in cui annullano una contravvenzione rischiano una denuncia per omissione in atti d'ufficio.

E la macchina posteggiata senza permesso? Qui le dichiarazioni divergono poichè secondo l'operatore Gtt, l'auto in sosta nel parcheggio disabili era munita di permesso e per questo motivo non è stata multata. Testimonianza diversa quella di papà Marco, che con una foto, dimostra, invece, che del ticket per disabili non vi era traccia.

Un caso emblematico che porta nuovamente a galla il problema dei posteggi per disabili, spesso occupati da chi, invece, disabile non è.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento