Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Aurora / Piazza Don Paolo Albera

I parcheggiatori abusivi tengono sotto scacco piazza Don Albera

Alle spalle di Porta Palazzo estorsioni e minacce sembrano essere all'ordine del giorno. E alla sera sono i tossici i padroni della zona

Dai parcheggi delle piazze agli ospedali passando per i cimiteri e gli stadi. La presenza assidua e irrispettosa dei parcheggiatori abusivi sta incidendo, e non poco, sulla pazienza dei cittadini.

Sull’umore di chi è costretto a privarsi di qualche euro senza che ci sia un effettivo motivo, sulla rabbia di chi non vuole trovarsi la macchina rigata o danneggiata e, soprattutto, sull’intelligenza di chi non ha bisogno di qualcuno che gli indichi la presenza di un posto libero a due metri dal suo naso. Il comportamento spesso intimidatorio, aggressivo, oltre che trasgressivo, fa il resto.

La situazione, stabile da anni, sta facendo arrabbiare tutta la città. Spesso a rimetterci sono le persone cosiddette “deboli”, stiamo parlando di anziani piuttosto che donne o giovani. Ma commetteremo un grave errore pensando che le altre categorie scampino a questo problema, così non è. Un caso eclatante è quello degli aguzzini nordafricani che ogni giorno tengono sotto scacco piazza Don Albera.

Le domande più frequenti che molti si fanno sono: perché nessuno scende in campo per eliminare questa piaga? Le forze dell’ordine dove sono? Domande interessanti che, però, il più delle volte non trovano risposta. Così alle 9 del mattino l’area compresa tra corso Giulio Cesare e via Priocca brulica già di parcheggiatori abusivi pronti a raggranellare più soldi possibili alle spalle di quei cittadini che lasciano la macchina in piazza Don Albera per recarsi a far la spesa a Porta Palazzo.

I posteggiatori abusivi, dunque, dimostrano di non aver timore della Polizia. Aggressioni, estorsioni e minacce sono il piatto che viene servito caldo ogni giorno. Un racket che continua senza sosta da anni nonostante, appunto, i blitz effettuati dalle forze dell’ordine. E quando il sole tramonta gli strozzini lasciano il posto ad un altro orrendo spettacolo, quello delle siringhe sparse per terra accanto alle macchine. Gentile omaggio dei tossici della zona, defraudati dalla chiusura della pista ciclabile del lungo Dora Agrigento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I parcheggiatori abusivi tengono sotto scacco piazza Don Albera

TorinoToday è in caricamento