Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca Aurora / Lungo Dora Agrigento

Lungo Dora Agrigento, i parcheggiatori abusivi incubo del quartiere

Un racket che non si ferma mai, nonostante i controlli delle forze dell'ordine. Sotto scasso l'area nei pressi della passerella Carpanini

Un abusivo in azione

Da sempre i parcheggiatori abusivi sono l’incubo di chi sosta sul lungo Dora Agrigento, tra corso Giulio Cesare e il ponte Carpanini.

Solo questa settimana si potevano contare due o tre persone, tutte di origine nordafricana, intente a spartirsi l'area di “caccia”.

Aggressioni, estorsioni e minacce diventano così una costante. Un racket che non si ferma mai, nonostante i controlli che – bisogna dirlo – non mancano mai. I cittadini che vogliono recarsi a Borgo Dora, o al Balon, sono però costretti, loro malgrado, a fare i conti con queste persone.

E agli automobilisti, come sempre, tocca metter mano al portafoglio per non ritrovarsi al ritorno la macchina rigata o magari uno specchietto rotto.

Uno o due euro il pass necessario per poter accedere alla piazzola, ovviamente senza rischiare di trovarsi al ritorno la macchina vandalizzata. “Vengo qui ogni giorno e non ne posso più di lasciare il pizzo a questi signori – denuncia una donna, appena scesa dal mezzo -. La polizia e i vigili dovrebbero intervenire nuovamente per cacciare via gli abusivi che, davanti a un no, ci minacciano e che ci insultano di continuo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lungo Dora Agrigento, i parcheggiatori abusivi incubo del quartiere

TorinoToday è in caricamento