Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Cenisia / Via Dante Di Nanni

Via Di Nanni si ribella, "Basta con il traffico selvaggio nell’area pedonale"

Da cinque anni i residenti chiedono provvedimenti contro i viavai non autorizzati di auto e moto. Un problema che si verifica soprattutto nelle ore serali. La circoscrizione Tre le ha provate tutte ma senza ottenere alcun risultato

Nonostante il passare degli anni continua ad esserci molto malcontento attorno alla situazione dell’area pedonale di via Di Nanni. L’isola continua a far parlare di sé a causa dei parcheggi selvaggi e del viavai non autorizzato di auto e moto. I cittadini, infatti, continuano a lasciare i loro veicoli nell'area vietata alle quattro ruote e questo nonostante le ripetute intimidazioni. Appena gli ambulanti levano le tende l’area viene invasa poco alla volta dai soliti irresponsabili che attraversano a tutta velocità rischiando di provocare qualche incidente.

A nulla sono valse fino ad ora le proteste dei residenti e della stessa circoscrizione Tre che le ha provate davvero tutte pur di eliminare i crescenti disagi. "Stiamo mettendo al vaglio tutte le ipotesi possibili per migliorare la vivibilità dei nostri residenti – spiega il presidente della circoscrizione Daniele Valle – Nell'ultimo anno, grazie anche al fiorire di alcune attività, siamo riusciti a ridurre al minimo il problema. In futuro la situazione migliorerà ulteriormente".

L’unico vero deterrente attualmente presente non funziona, le rampe che servirebbero a far rallentare le auto hanno l’angolo di attacco troppo basso e non funzionano allo scopo per cui erano state costruite. E la situazione precipita dopo l’ora di cena quando l’area pedonale si trasforma in un parcheggio non autorizzato. I residenti del quartiere, in passato, avevano provato a far sentire la loro voce attraverso una copiosa raccolta firme. "Vogliamo impedire l’ingresso delle auto che mettono a rischio l’incolumità dei nostri figli – racconta Donato -. Ma nonostante i nostri sforzi non è cambiato nulla". A Donato fa eco Marcello, un altro residente. "I vigili si fanno vedere in ogni punto della città ad esclusione del nostro amato borgo – spiega Marcello di borgo San Paolo – La legge è legge e va fatta rispettare ovunque. Anche se non viviamo in una zona caotica come piazza Vittorio o via Roma abbiamo bisogno di maggiori attenzioni da parte dalle istituzioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Di Nanni si ribella, "Basta con il traffico selvaggio nell’area pedonale"

TorinoToday è in caricamento