Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Piazza Vittorio Veneto

Parcheggi per un euro a notte: la soluzione per il centro è "flat"

Se ne sta discutendo in prima Circoscrizione, dove il problema del traffico durante le ore notturne è uno dei più sentiti. La proposta è di un pagamento "flat" per lasciare parcheggiate le auto

Parcheggi custoditi a un euro a notte. È la proposta del Consigliere circoscrizionale Davide Balena, l’ultima delle molte possibilità discusse dall’amministrazione del Centro per la vivibilità del quartiere nelle ore notturne. Della proposta si parlerà nei prossimi giorni nella sede della 1° Circoscrizione, al cui interno sì è già discusso a lungo delle criticità della zona adiacente a piazza Vittorio Veneto.

“Il mio suggerimento – spiega Balena – è di stabilire un pagamento “flat”, una quota fissa per lasciare le automobili anche tutta la notte”. Un provvedimento di questo genere sarebbe sicuramente utile per svariate ragioni, in particolare per dare una risposta alle molte lamentele dei cittadini, che hanno più volte fatto notare l’ingovernabilità del quartiere e della sua viabilità a tarda sera. Secondo uno studio fonometrico svolto recentemente dalla società Onleco, infatti, nel quartiere l’inquinamento acustico è paragonabile a quello di un’area industriale. A fronte dei 50 decibel previsti dalla legge, nei punti più toccati dalla movida notturna si superano, il sabato sera, i 70. 

Favorire l’utilizzo dei parcheggi custoditi significherebbe scoraggiare l’uso scosiderato delle strade del centro. Troppo spesso, infatti, l’assenza di posti liberi spinge i più intraprendenti a lasciare l’auto in seconda fila o al centro della carreggiata, moltiplicando i disagi e aumentando il rischio di incidenti. “Un’altra interpellanza – aggiunge Balena – era stata presentata da un mio collega, il quale suggeriva di far pagare le zone blu anche oltre le sette di sera. Se le due proposte fossero vagliate in maniera congrua, quella che si delineerebbe sarebbe una soluzione ottimale che accontenterebbe tutti”.

A guadagnarci, infatti, potrebbero essere tutte le parti in causa. In primis, sicuramente, verrebbero soddisfatte le richieste dei residenti, che vedrebbero diminuire il traffico di automobili, convogliate verso aree ora meno trafficate. In secondo luogo, gli stessi protagonisti della “nightlife” avrebbero un posto sicuro ed economico dove lasciare l’auto, evitando una lunga ed estenuante ricerca. Il Comune stesso, infine, e il suo partner Gtt, otterrebbero nuovi fondi, vedendo finalmente i parcheggi coperti come quello di piazza Vittorio e piazzale Valdo Fusi, o all’aperto come quello di corso Matteotti, colmi anche la sera. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggi per un euro a notte: la soluzione per il centro è "flat"

TorinoToday è in caricamento