menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Posteggio selvaggio nei cortili Atc, invalidi e anziani bloccati in casa

Particolarmente grave la situazione di via Vanchiglia e via Verdi 34. Sul caso indaga anche l'Agenzia di corso Dante

Secondo il Comune non ci sono possibilità, per l’amministrazione civica, di intervenire in maniera efficace per risolvere il problema del posteggio selvaggio nei cortili delle case Atc. Particolarmente grave la situazione di via Vanchiglia e via Verdi 34, dove i mezzi posteggiati su ogni metro quadrato disponibile spesso impediscono ai condomini di aprire la porta di casa propria.

Il regolamento parla chiaro: nel cortile di via Verdi 34 possono sostare solo i mezzi autorizzati e per il tempo strettamente necessario alle operazioni di carico e scarico – spiega il capogruppo dei Moderati in Sala Rossa, Silvio Magliano -. Peccato che le chiavi, e l’ho già fatto presente al presidente Atc Mazzù, finiscano in mano a un numero di persone molto più ampio”.

Il risultato è che i condomini di quello stabile, a causa del posteggio selvaggio, talvolta non riescono neppure ad aprire il portone di casa propria.

Un problema di cui Atc è a conoscenza. “Il nostro regolamento, in mancanza di appositi spazi adibiti a parcheggio, permette la sosta nei cortili esclusivamente per le attività di carico e scarico – spiegano da corso Dante -. Tuttavia è molto difficile per Atc stessa, in qualità di ente gestore, accertare e sanzionare eventuali trasgressioni, specie in una zona di così intenso passaggio come quella”.

L’unica soluzione è agire con eventuali diffide, o richiedere l’intervento della polizia municipale, che comunque non può multare chi sosta su un suolo privato ma solo accertare se si tratti o meno di un’auto di proprietà di un inquilino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento