menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si chiude l'Ostensione e il Papa ringrazia Torino per l'accoglienza

Il Papa ringrazia Torino nel giorno in cui si chiude l'Ostensione straordinaria della Sindone. "Vorrei rivolgere un sentito ringraziamento alla gente torinese e piemontese per loro calorosa accoglienza"

Nel giorno della chiusura dell'Ostensione straordinaria della Sindone, Papa Francesco, a pochi giorni dal suo primo viaggio a Torino, ha ringraziato per l'accoglienza ricevuta: "Essendo appena tornato da Torino vorrei rivolgere un sentito ringraziamento alla gente torinese e piemontese per loro calorosa accoglienza", ha detto il Santo Padre al termine dell'udienza in piazza San Pietro.

Una visita di due giorni che ha scombussolato la città: centinaia di migliaia di persone sono scesi in strada per vedere e salutare Papa Francesco. Quanto è avvenuto è stato ricordato anche dall'arcivescovo Cesare Nosiglia nella messa di questa mattina al Duomo: "La visita di Papa Francesco ha suscitato nel suo cuore di tutti noi la gioia profonda di un intero popolo, un popolo così numeroso che nessuno se l’aspettava: appena uscito dall’aeroporto di Caselle, lungo tutto corso Giulio Cesare fino in centro città, attraverso tante strade e piazze per molti chilometri, si è vista una marea di famiglie, anziani e giovani, ragazzi e bambini, persone di altre fedi e religioni, fare ala al passaggio del Papa e salutarlo con un entusiasmo che mi ha commosso. Ora dobbiamo fare tesoro di quel patrimonio di insegnamenti e di gesti e testimonianza che il Santo Padre ha consegnato alla città - ha continuato Nosiglia -, al mondo del lavoro, ai giovani, ai malati, sofferenti e ultimi, ai fedeli di altre confessioni cristiane e altre religioni e a tutti gli uomini di buona volontà".

La messa di questa mattina ha chiuso ufficialmente l'Ostensione della Sindone. In queste settimane oltre un milione e mezzo di pellegrini hanno visto il Sacro Telo e per questo si era ipotizzato un prolungamento della stessa, ma si sarebbero venuti a creare problemi organizzativi, tra cui alcune scadenze di contratti e la fine dell'impegno dei volontari. "A un certo punto ci abbiamo pensato seriamente a prolungare l'Ostensione - ha ammesso Nosiglia - ma c'erano troppi problemi di tipo organizzativo. Oggi si chiude".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento