Cuccioli morti assiderati nel rio, trovata la mamma a Chieri

Avrebbe partorito venti giorni fa. Il proprietario potrebbe essere denunciato per abbandono, maltrattamento e uccisione di animali

I corpi dei cagnolini gettati nel ruscello

E’ stata sequestrata e portata al canile di Chieri la presunta mamma dei sette cuccioli morti dopo essere stati buttati nell'acqua ghiacciata del rio Vallero in via Montosolo a Chieri la settimana scorsa. 

A scoprirne i corpi sono stati due ragazzi che stavano facendo jogging. Quando li hanno tirati fuori erano ormai senza vita e non è restato loro altro che avvisare l'Enpa e i carabinieri. La morte è avvenuta per assideramento poco dopo che sono finiti nell'acqua.

La cagnetta individuata in una cascina della zona è stata visitata da un veterinario che avrebbe accertato che la bestiola ha partorito quasi un mese fa, in linea con l'età dei cuccioli morti.

I carabinieri che indagano sulla vicenda hanno richiesto alla procura un confronto del Dna della madre con i cuccioli: se l’esito sarà positivo il padrone del cane rischia una denuncia per abbandono, maltrattamento e uccisione di animali.

Il caso ha sconvolto Chieri e negli ultimi giorni diverse persone non hanno mai smesso di cercare e indagare per venire a capo della vicenda. 
 

Potrebbe interessarti

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • "Quando la bicicletta non sta sul balcone"

  • Bidoni della spazzatura, puliti ed igienizzati: addio cattivi odori

  • La mentuccia, l'erba aromatica buona e salutare

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Scendono a cambiare la gomma a terra, passa un'auto e li travolge: due morti e un ferito

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

  • Caos in coda al concerto di Eros: 700 fan costretti a rimanere fuori

Torna su
TorinoToday è in caricamento