Ozegna, intossicato da monossido di carbonio: grave un padre di famiglia

La tragedia nella notte in una villetta per il malfunzionamento della caldaia

L'ospedale di Ivrea

E’ stato trasportato questa mattina d’urgenza al pronto soccorso di Ivrea un 36enne, padre di famiglia, rimasto intossicato da monossido di carbonio. Sarebbe un guasto alla caldaia ad aver provocato, nella notte, l'intossicazione dell’uomo che è stato raggiunto dai soccorritori nella sua casa di Ozegna alle 8 di questa mattina, mercoledì 11 gennaio.

Le sue condizioni sono molto gravi. Il 36enne, imprenditore conosciuto in zona, avrebbe respirato gas tossici per tutta la notte. Ad accorgersi del dramma sono stati i nonni che vivono al piano terra della villetta in via Fratelli Berra, alla periferia di Ozegna.

Sull'impianto del riscaldamento e sulla caldaia sono in corso gli accertamenti dello Spresal dell'Asl di Ivrea. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Ivrea e il personale del 118, indagano i carabinieri di Agliè.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel palazzo del centro cittadino: uomo si uccide gettandosi nel vuoto

  • Ventiquattro ore dopo, nuovo dramma in autostrada: morto un 26enne

  • Scende dall'auto dopo un incidente e viene travolto da un'altra vettura: morto

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Abbandona un sacco lungo la strada: “pizzicato” dalle telecamere e sanzionato dai vigili

Torna su
TorinoToday è in caricamento