menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

In viaggio con 100 ovuli di cocaina (1,2kg) nascosti nello stomaco da oltre 12 ore: arrestato  

Era su un autobus proveniente da Parigi e diretto a Venezia

Viaggiava a bordo di un autobus, partito da Parigi e diretto a Venezia, un 35enne di origini nigeriane arrestato dalla Guardia di Finanza di Torino perché trovato in possesso di oltre cento ovuli di cocaina ed eroina, per un peso complessivo di 1,2kg. Ovuli fatti di plastica e cera che vengono ingeriti dai corrieri della droga nel tentativo di evitare i controlli di frontiera. Una volta a destinazione, con l’aiuto di lassativi vari, si provvede al recupero della merce, ma può capitare però che questi ovuli, se non confezionati nel modo corretto, si aprano nello stomaco dei corrieri generando morte improvvisa.

Le squadre cinofile del Gruppo Pronto Impiego Torino hanno controllato i passeggeri presso il terminal degli autobus di Corso Vittorio Emanuele II e nel corso dello sbarco dei viaggiatori il 35enne ha attirato le attenzioni di Joy e Ebron, i cani antidroga delle Fiamme Gialle. Ad un primo controllo sembrava tutto in ordine, ma l’atteggiamento particolarmente nervoso dell’uomo ha indotto i Finanzieri ad approfondire il controllo, accompagnando l'uomo presso l’ospedale Molinette di Torino.

I sospetti hanno trovato conferma poco dopo: la radiografia ha evidenziato la presenza nello stomaco di circa un centinaio di ovuli contenenti cocaina ed eroina purissima che aveva nello stomaco da oltre 12 ore e che avrebbe tenuto almeno 24 ore. L’uomo è stato arrestato e condotto presso la Casa Circondariale “Lorusso e Cutugno” di Torino, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Dovrà rispondere di traffico di sostanze stupefacenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento