rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Casa Circondariale di Torino, via Maria Adelaide Aglietta 35

Frutta marcia e posate friabili: l'Osapp dice basta

Protesta contro la mensa

Dopo la protesta di fine giugno 2017 focalizzata sul carcere di Ivrea torna a farsi sentire l'Osapp, sindacato di polizia penitenziaria, riguardo le pietanze servite nel penitenziario di Torino.

Il segretario provinciale Giuseppe Setaro ha scritto due lettere al direttore Domenico Minervini in cui lamenta varie carenze nei pasti che gli agenti sono chiamati a consumare quotidianamente e chiede un riscontro urgente affinché il problema si risolto.

Tra i problemi segnalati spiccano un'anguria servita già marcia e anche le posate in plastica che sono ritenute di scarsa qualità, in quanto si spezzano troppo spesso.

"Negli ultimi tempi - si legge in un passaggio - il menù viene evidentemente compilato senza le competenze nutrizionistiche adeguate visto che, in alcune giornate, riporta come antipasti "salumi" e come piatto "caldo" "salsiccia e würstel " in spregio alla temperatura stagionale ed in barba alla dieta mediterranea tanto dibattuta ma così poco conosciuta... pare; la frutta sempre più spesso è di bassa qualità e in alcuni casi, chiaramente e senza ombra di dubbio, avariata tra cui l’anguria che era chiaramente in cattivo stato di conservazione. Se il marcio si vede in fotografia possiamo solo immaginare quali gradevoli odori e particolari sapori abbiano sentito i colleghi in mensa".

Il sindacato, "viste le troppe lacune e mancanze della gestione della mensa", invita il direttore "a voler interessare la commissione d’ispezione per i necessari controlli ed in via precauzionale disporne la chiusura immediata con conseguente rilascio del buono pasto agli aventi diritto". Gli agenti informano inoltre "di aver già intrapreso l'iter delle autorizzazioni per una protesta ad oltranza davanti all'istituto per ottenere una gestione più degna della mensa per il personale, a cui, ad oggi, non solo non viene garantita una alimentazione sana e varia, ma viene umiliato vedendosi proporre cibo marcio".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frutta marcia e posate friabili: l'Osapp dice basta

TorinoToday è in caricamento