Agente ladro di cavi di rame in carcere, la preoccupazione dell'Osapp

Beneduci: "Sgomento anche se ci rallegriamo che il lavoro degli altri appartenenti alla polizia penitenziaria abbia potuto scongiurare il pericolo"

immagine di repertorio

L'Osapp è preoccupata dopo che un assistente di polizia penitenziaria è stato bloccato dai colleghi, domenica 16 aprile 2017, mentre trafugava cavi di rame dal carcere Lorusso e Cutugno di Torino.

A parlare è il segretario generale Leo Beneduci. "Apprendere della denuncia a piede libero nei confronti di un poliziotto penitenziario per sospetta e grave infedeltà al giuramento prestato ci riempie di sgomento e di preoccupazione anche se in parte ci rallegriamo che l'eccellente lavoro di ben altri appartenenti al corpo abbia potuto scongiurare il pericolo di confondere le scarse mele marce dalla maggioranza di tutt’altre qualità morali e lavorative. Peraltro siamo certi che tali indebiti comportamenti, come detto più unici che rari, non precludano alla polizia penitenziaria quei sentimenti di stima e di rispetto per il quotidiano sacrificio a tutela dell’ordine e della legalità, che da sempre vengono manifestate al corpo dall’opinione pubblica e dalle istituzioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento