Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Falchera / Via degli Ulivi

Casette e amianto nei pressi del grande lago abbandonato

Orti abusivi trasformati in mini-appartamenti per disperati. E' il curioso caso di Falchera, alla estrema periferia nord della città. A denunciarlo sono i residenti del quartiere

Divani, tavoli e sedie dove non ti aspetti. Orti trasformati in mini appartamenti, casette spuntate dal terreno e una palafitta di due piani. In via degli Ulivi, nei pressi dei famosi laghetti, si possono trovare anche alcuni mini-appartamenti di fortuna sorti negli ultimi anni all’insaputa delle istituzioni. Ma non solo. Sparsi in mezzo alle piante ecco spuntare numerose guaine per il rame gettate da qualcuno che aveva intenzione di sbarazzarsene. E per il quartiere si tratta dell’ennesima denuncia contro ignoti. Senza contare che nei pressi di via Delle Querce e strada Cuorgnè erano già stati trovati altri orti – pure quelli abusivi – trasformati in discariche e altri tramutati in ripari di fortuna con tanto di materassi, coperte, mobili e fornelli da campo. Baracche usate da qualche disperato che non voleva essere rintracciato da occhi indiscreti.

“Tutti sanno che qui a Falchera è pieno zeppo di orti illegali – racconta il residente che ha scoperto gli appartamenti -. Specie intorno ai laghi si può trovare di tutto e di più. Nonostante le segnalazioni nessuno ha intenzione di intervenire e questi sono i risultati”. Quarant’anni di abbandono hanno trasformato l’area in una baraccopoli abusiva. Per vedere con i propri occhi cosa nascondono quei recinti bisogna percorrere via delle Querce e approfittare di una scorciatoia che spunta all’improvviso dietro ad un new jersey.

Ovviamente non mancano nemmeno i rifiuti. Intorno ai bacini si può trovare qualunque cosa: pneumatici, carcasse, cavi elettrici, guaine per il rame, taniche per la benzina e per l’olio, scorie edili e via dicendo. E tra una casetta e l’altra spuntano anche discariche di pannelli in eternit e avanzi di cibo di campeggiatori occasionali e abusivi. A far partire la prossima denuncia sarà il capogruppo della Lega Nord della circoscrizione Sei Enrico Scagliotti: “Il nostro obiettivo è che quei ruderi vengano smantellati”  ha precisato Scagliotti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casette e amianto nei pressi del grande lago abbandonato

TorinoToday è in caricamento