menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scovata l'organizzazione che favoriva l'immigrazione di radicalisti islamici

Espulso un ospite del Cpr Torino

La Digos ha smantellato, nelle ultime ore, un gruppo criminale che favoriva l'immigrazione clandestina, anche di persone segnalate per possibili legami con ambienti del radicalismo islamico. Il sodalizio si occupava sia di reperire documenti contraffatti o alterati al fine di consentire il rilascio di permessi di soggiorno in favore di extracomunitari non aventi titolo, sia di agevolare illegalmente l’ingresso nel territorio dello Stato francese di alcuni clandestini entrati irregolarmente nell'Unione Europea. Tra questi anche un tunisino, sospettato di attività legate al terrorismo, che avrebbe superato il confine grazie ad alcuni passeur.

A capo dell'organizzazione Walid Fanni, un tunisino di 40 anni, ospite al Cpr di corso Brunelleschi che è stato rimpatriato. Fanni era noto alla Digos anche per essere il principale referente per i connazionali tunisini, tra cui molti studenti, che necessitavano di assistenza nella gestione delle pratiche relative alla loro regolarizzazione sul Territorio Nazionale.

Le perquisizioni effettuate hanno permesso di recuperare importanti elementi a suffragio dell’ipotesi investigativa sul sodalizio dedito all’immigrazione clandestina. Sono stati infatti sequestrati vari documenti di identità, richieste di rilascio del permesso di soggiorno, stampe di documenti falsi pronti ad essere “plastificati” nonché, nell’abitazione di un cittadino italiano anch’esso indagato nel medesimo procedimento, la stampante con cui venivano prodotti tali documenti.

In attesa di essere espulso, anche un altro tunisino, irregolare e senza fissa dimora. Le perquisizioni effettuate hanno permesso il sequestro di numerosi documenti.



 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento