rotate-mobile
Cronaca Nizza Millefonti / Via Nizza

Bomba al Lingotto: disinnesco concluso positivamente

Stanno riaprendo gli accessi alla zona

Le autorità militari hanno comunicato che le operazioni di disinnesco e quindi la messa in sicurezza dell’ordigno bellico rinvenuto nei giorni scorsi al Lingotto, si sono concluse positivamente. La bomba inattiva è stata caricata su un mezzo dell’Esercito e portata in una zona militare fuori Torino. Il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco ha autorizzato la riapertura dell’area interdetta. Gli agenti della polizia municipale, insieme alle altre Forze di sicurezza, stanno riaprendo gli accessi alla zona e quindi già dai prossimi minuti i residenti potranno tornare presso le proprie abitazioni. Contestualmente verranno ripristinati i collegamenti ferroviari, metro e mezzi pubblici e la riapertura dello spazio aereo.

Le operazioni sono partite alle 8.15

Sveglia presto questa mattina di domenica 27 maggio nel quartiere Lingotto. In via Nizza, nei pressi di Eataly, sono iniziate alle 8.15, gli interventi di disinnesco dell'ordigno bellico americano, coordinati dal capitano Elvio Pascale. L'area compresa tra via Nizza sono all'incrocio con via Millefonti, via Garessio, via Genova e corso Spezia è stata evacuata e sono state sospese le erogazioni del gas e dell'energia elettrica; bloccate anche la circolazione ferroviaria e il traffico aereo.

Era presente sul campo anche la Croce Rossa di Torino che ha messo a disposizione 4 ambulanze di base e due furgoni per il trasporto delle persone disabili e 25 volontari soccorritori, per l’assistenza sanitaria e l’evacuazione dei cittadini. I residenti, circa 300 persone, che hanno iniziato ad allontanarsi dalle 7 del mattino, sono stati accolti al Palavela, centro dotato di assistenza e di generi di prima necessità.

Disinnesco bomba al Lingotto

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba al Lingotto: disinnesco concluso positivamente

TorinoToday è in caricamento