Omicidio a Giaveno: uccide il figlio a martellate e poi si toglie la vita

Un uomo di 48 anni ha ucciso il figlio di 18 anni a martellate e poi si è suicidato con un coltello. La tragedia è avvenuta a Giaveno questa mattina. I motivi del gesto folle sono ancora sconosciuti

Tragedia a Giaveno. Un commerciante di 48 anni, Adriano Maero, ha ucciso a martellate il proprio figlio diciottenne nella propria abitazione e poi si è tolto la vita con nove coltellate, dopo essersi anestetizzati con dell'etere. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del Comando Provinciale di Torino.

Secondo la ricostruzione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Torino l'uomo ha commesso il delitto poco prima dell'alba, mentre la moglie era fuori casa, uscita da poco per andare dalla madre. Maero ha preso un martello e ha colpito ripetutamente il figlio William, di 18 anni, uccidendolo nel letto. Poi ha preso un coltello da cucina e si è tolto la vita lui stesso.

La tragedia si è consumata proprio nell'abitazione nella quale i due vivevano, a Giaveno. E' stata la donna, rincasando intorno alle otto per preparare la colazione al figlio, a trovare William privo di vita e il marito agonizzante. La donna è stata ricoverata in ospedale in stato di choc.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

Torna su
TorinoToday è in caricamento