Tragedia nella notte a Carignano: uccide la moglie e uno dei due figli, poi si spara. Gravissima altra bambina

Lei gli aveva detto di volersi separare

I carabinieri davanti alla villetta della tragedia

Tragedia nella notte di oggi, lunedì 9 novembre 2020, in una villetta di borgata Ceretto di Carignano. Alberto Accastello, 40enne, operaio alla Cerealceretto, azienda cittadina che tratta cereali, ha ucciso a colpi di pistola la moglie Barbara Gargano, 38 anni, impiegata in un supermercato di Moncalieri, e ha ferito in modo gravissimo i due figli gemelli Alessandro e Aurora, di due anni, prima di spararsi a propria volta uccidendosi. Ucciso con la stessa arma anche il cane.

I bambini sono stati trasportati all'ospedale Regina Margherita di Torino dove Alessandro è morto subito dopo l'arrivo. Ancora viva, ma sempre gravissima, Aurora.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri. L'arma era detenuta legalmente. Non si conoscono le ragioni del raptus, anche se la prima ipotesi è che la donna avesse detto al marito che voleva separarsi (la coppia era in crisi da qualche tempo). Prima di compiere la strage l'uomo ha telefonato al fratello, che abita a Racconigi, per annunciargli che sarebbe morto.

I vicini di casa non si sono resi conto di nulla. La zona è composta da una serie di villette appena costruite.

accastello-alberto-201110-2

gargano-barbara-201109-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Come cambia il mercato immobiliare di Torino dopo il lockdown: l'analisi quartiere per quartiere

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: cosa bisogna fare per avere i codici e vincere fino a 5 milioni

  • Zona Arancione: estesa apertura negozi, maggiori controlli, dentro e fuori, nei centri commerciali

Torna su
TorinoToday è in caricamento