menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto Obert e Gabriele Defilippi

Roberto Obert e Gabriele Defilippi

Caso Rosboch, Obert accompagna i carabinieri alla ricerca della pistola

Dai boschi di Castellamonte riprendono le indagini per l'omicidio della professoressa

Ripartono dai boschi tra Barbania e Rocca Canavese le indagini per l’omicidio della professoressa di Castellamonte Gloria Rosboch.

Nella mattinata di giovedì Roberto Obert, amante e complice di Gabriele Defilippi nell'omicidio della donna, sarà accompagnato dai carabinieri nei luoghi dove ha sotterrato la pistola che Gabriele gli aveva consegnato chiedendogli di farla sparire. Gli investigatori sperano che Obert li conduca nel luogo esatto.

Già la scorsa settimana alcuni boschi della zona erano stati scandagliati con il metal detector, ma senza risultati. Oggi potrebbe arrivare una piccola svolta all’indagine se Obert, il 54enne di Forno Canavese, mantiene la confermata disponibilità a collaborare alle indagini.

Obert verrà prelevato dal carcere di Ivrea dove si trova rinchiuso e condurrà i militari tra Barbania e Rocca Canavese. Trovare l’arma e appurare se abbia sparato di recente darebbe nuova luce alle deposizioni rilasciate dallo stesso Obert. Inoltre il ritrovamento consentirebbe di far luce su altro giallo, quello dell’omicidio di un pregiudicato di Rivarolo Canavese ammazzato con alcuni colpi di pistola pochi giorni dopo la Rosboch. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento