Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Falchera / Via Stefano Tempia

Trovato morto nel bagagliaio, reperti analizzati dai Ris di Parma

Mentre a Torino verrà effettuata l'autopsia sul corso di Pietro Tevere, il pregiudicato trovato morto nel bagagliaio della sua auto, a Parma i Ris effettueranno le analisi microscopiche su alcuni referti della polizia

Saranno inviati ai carabinieri del Ris di Parma, per eseguire le analisi microscopiche, tutti gli indumenti, i documenti, le tracce sull'auto e il telefonino di Pietro Tevere, il pregiudicato di 39 anni trovato morto nel bagagliaio della sua auto a Torino, in zona Falchera.

Intanto continua la caccia all'assassino. I carabinieri di Torino anche oggi hanno interrogato conoscenti della vittima e acquisito i filmati degli impianti di sorveglianza della zona per capire gli ultimi movimenti della Fiat Stilo in cui è stato trovato il cadavere. In particolare per capire quando l'auto ha raggiunto il parcheggio, non distante dalla casa dell'uomo, e chi c'era al volante. Nel telefonino di Tevere sono stati trovati anche alcuni numeri di persone che, come lui, hanno precedenti penali. L'uomo ha anche effettuato chiamate, nel corso dello scorso anno, a persone che poi sono state arrestate nell'ambito dell'operazione 'Minotauro' sulle infiltrazioni della 'ndrangheta nel torinese, ma e' risultato sempre estraneo a ogni ipotesi di reato.


Questa mattina, intanto, è prevista l'autopsia sul cadavere, che verrà effettuata dal medico legale Roberto Testi, che al primo esame non si è pronunciato sul modo in cui Tevere è stato ucciso. La ferita alla testa, infatti, è compatibile sia con un proiettile di grosso calibro, sia con un colpo inferto con un colpo contundente. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato morto nel bagagliaio, reperti analizzati dai Ris di Parma

TorinoToday è in caricamento