Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Caselle Torinese / Via Venaria, 26

Omicidio a Caselle, è un giallo la morte del ventiduenne Michael

Un movente si potrebbe trovare nel passato del ventiduenne trovato morto nel suo appartamento a Caselle. A ucciderlo potrebbe essere stata una coltellata alla giugulare

Si tratta senza dubbio di omicidio. I Carabinieri confermano le prime ipotesi fatte quando hanno trovato il corpo del ventiduenne Michael Capello riverso sul pavimento della camera da letto in una pozza di sangue. Indossava slip e canottiera e sul corpo presentava numerosi segni di arma da taglio.

Il corpo è stato trovato nell'appartamento che Michael divideva con un ragazzo romeno in via Venaria 26 a Caselle Torinese. Faceva il carrozziere e alle spalle aveva un arresto per questioni di droga. Proprio questa potrebbe essere una delle piste che gli investigatore dovrebbero seguire per trovare un movente. Sono pochi infatti gli indizi da cui partire e il passato del ragazzo potrebbe rivelarsi utile.

L'ultima persona a vedere Michael vivo è stata la ragazza, Giorgia. Gli inquirenti l'hanno ascoltata, così come hanno fatto con il coinquilino e con alcuni amici. Forse un indizio è stato trovato in un parcheggio non lontano dall'abitazione grazie al rinvenimento di alcune tracce che potrebbero essere sangue. Ma per ora sono poche le certezze.


Intanto questa mattina verrà eseguita l'autopsia sul corpo della vittima. Ad uccidere il giovane potrebbe essere stata una coltellata che gli avrebbe reciso l'arteria giugulare. Per il momento si tratta di un vero e proprio giallo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Caselle, è un giallo la morte del ventiduenne Michael

TorinoToday è in caricamento