Cronaca

Omicidio di Laila Mastari, il pm chiede il giudizio immediato per Eldin

Giudizio immediato per Mohamed Nour Eldin, l'egiziano di 30 anni reo confesso dell'omicidio della fidanzata Laila Mastari avvenuto a settembre. L'uomo aveva gettato il cadavere nel Po

Il pm Paolo Cappelli ha chiesto il giudizio immediato per Mohamed Nour Eldin, l'egiziano di 30 anni reo confesso dell'omicidio della fidanzata Laila Mastari, marocchina di 24 anni, avvenuto a settembre a Torino.

Lui l'aveva uccisa con 19 coltellate nel parcheggio del centro commerciale del Lingotto; poi era andato al lavoro, in una discoteca, per alcune ore e infine aveva trasportato il cadavere su un carrello per la spesa per due chilometri fino al fiume Po, dove lo aveva gettato. Il mattino seguente, un passante aveva individuato il cadavere e chiamato la polizia.

Nour Eldin aveva ucciso Laila perché lei aveva manifestato il proposito di interrompere la loro relazione, durata circa un anno.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Laila Mastari, il pm chiede il giudizio immediato per Eldin

TorinoToday è in caricamento