Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Pista passionale per l'omicidio di Laila, la ragazza trovata nel Po

La donna di 24 trovata senza vita nel Po aveva un marito di cui si sono perse le tracce. Gli inquirenti stanno aprendo alcuni filoni di indagine, che prevedono anche l'aiuto di un complice per disfarsi del corpo

Sono state 19 coltellate su tutto il corpo ad uccidere Laila Mastari, la donna marocchina di 24 anni il cui cadavere è stato scoperto nel Po domenica scorsa a Torino. Lo ha rivelato l'autopsia eseguita stamani dal medico legale Giambattista Golé, incaricato dalla Procura di Torino. Sette fendenti - é emerso dall'esame - sono stati sferrati al collo con particolare accanimento dopo la morte. L'arma utilizzata ha una lama di circa 12 centimetri. La Polizia sta seguendo alcune piste.
 
Emergono anche ulteriori dettagli. Laila era sposata con un connazionale di cui, come della sua ex coinquilina, si sono perse le tracce. E' una delle piste che sta seguendo la polizia per fare luce sul delitto, che potrebbe essere avvenuto, viste le modalità, per ragioni passionali.
 
Sul corpo della vittima, come rivela l'autopsia, non vi sono segni né di violenza sessuale né di un tentativo di difesa. Gli investigatori continuano a sospettare che a trasportare il corpo, avvolto in un telo viola, siano state almeno due persone, visto che la vittima pesava oltre 90 chili.
 
(ANSA)
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pista passionale per l'omicidio di Laila, la ragazza trovata nel Po

TorinoToday è in caricamento