rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Pinerolo / Corso Torino, 304

Da quattro anni un caso irrisolto: l'assassinio di Giovanni Bruno

Il barista fu ucciso davanti al suo locale a Pinerolo, forse per opporsi a un tentativo di rapina. La rabbia e il ricordo degli amici su Facebook

Sono passati quattro lunghissimi anni e non c'è ancora un colpevole per l'assassinio di Giovanni Bruno, 38enne di Osasco che la sera del 4 giugno 2013 fu trucidato con cinque colpi di pistola (tre andati a segno) davanti al suo locale, il Bar del Corso di corso Torino 304 a Pinerolo, probabilmente per opporsi a un tentativo di rapina da parte di due persone che fuggirono a bordo di una Peugeot 206. La vettura fu trovata poco distante.

La vicenda giudiziaria ha vissuto una serie di alti e bassi (a un certo punto sembrava che ci fosse una pista precisa) ma i carabinieri, coordinati dal pm Francesco La Rosa, al momento non ne sono venuti a capo. Si tratta, di fatto, di un omicidio irrisolto.

Su Facebook restano il ricordo e la rabbia degli amici, che hanno voluto dedicare un pensiero a una persona che hanno apprezzato per lungo tempo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da quattro anni un caso irrisolto: l'assassinio di Giovanni Bruno

TorinoToday è in caricamento