rotate-mobile
Cronaca Giaveno

Motociclista ucciso a colpi di pistola: l'ex assessore esce dal carcere

Si alleggerisce la sua posizione dopo la consegna della perizia balistica che ha dimostrato che gli spari del figlio erano diretti all'asfalto

Arresti domiciliari per Claudio Romano, 55enne ex assessore comunale di Giaveno che era stato arrestato lo scorso gennaio per l'omicidio del 47enne motociclista di Villar Focchiardo Alessandro Gino nel corso di una lite nella borgata montana dell'Aquila, a Giaveno. La scarcerazione è stata disposta dal gip Elena Rocci, su istanza dell'avvocato Stefano Tizzani, dopo che una perizia balistica aveva stabilito con certezza che il biker era stato colpito da un proiettile di rimbalzo sparato sull'asfalto e non ad altezza d'uomo.

A fare fuoco era stato il figlio del politico, Eric, 21 anni, che invece resta in carcere insieme al cugino Manuel Morisciano, suo coetaneo, che aveva investito un altro biker, Pierluigi Ozzello, 52 anni, di San Giusto Canavese.

La lite era scoppiata perché i due ragazzi erano andati a fare delle sgommate con l'auto davanti al rifugio dell'Aquila, sede del gruppo di motociclisti Hell's Angels, di cui facevano parte le due vittime.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Motociclista ucciso a colpi di pistola: l'ex assessore esce dal carcere

TorinoToday è in caricamento